Food Consulting è una società di consulenza specializzata nella sicurezza alimentare e sicurezza sul lavoro in OUTSOURCING.

Contatti

Etichettatura In primo piano Novità

La disciplina di legge concernente la vendita online di prodotti alimentari non differisce completamente dalla normativa in tema di commercio elettronico, ma viene semplicemente integrata con il Regolamento comunitario 1169/2011/UE che ne definisce meglio gli ambiti di applicazione e le prescrizioni.

Il commercio online viene spesso considerato una forma immediata e semplicistica per aumentare i propri affari, tuttavia occorre tenere presente che l’apertura di un canale di commercio elettronico è assimilabile all’apertura di un nuovo punto vendita, con i problemi e difficoltà che esso comporta.  

Si tratta, infatti, di una materia particolarmente delicata, in quanto oltre a rispettare le regole a tutela del consumatore impatta sull’importantissimo settore del diritto alla salute del consumatore. Oltre al già citato Regolamento UE 1169/2011 e i successivi provvedimenti attuativi, il quale disciplina le informazioni obbligatorie in merito all’etichettatura alimentare,  i riferimenti normativi nazionali sono individuabili nel D. Lgs. 114/1998, con integrazioni del D.Lgs. 59/2010, che disciplina i requisiti del gestore dell’e-commerce, e nel D. Lgs. 70/2023 disciplinante il commercio online.   

Tra le informazioni ritenute di fondamentale importanza, sia per una piena consapevolezza dell’acquisto sia al fine di consentire all’utenza una completa valutazione sulla convenienza della transazione commerciale, vi sono poi le indicazioni sulle “proprietà speciali” e caratterizzanti di ciascun prodotto alimentare, che ricomprendono anche le informazioni su allergeni e valori nutrizionali. Lo scopo di tali indicazioni sono riconducibili alla volontà di rendere la comunicazione più facilmente comprensibile e trasparente nei confronti del consumatore finale, nello specifico la normativa prevede siano indicati:

  •  Ingredienti contenuti nell’alimento o i componenti utilizzati nella produzione
  • Allergeni e sostanze potenzialmente in grado di causare reazioni analoghe o altri disturbi 
  • Scadenza 
  • Consistenza del prodotto, indicando lo status dello stesso (es: prodotto surgelato)
  • Provenienza dell’alimento
  • Tipologia di olio, o grasso, utilizzato nella produzione o conservazione.
  • Informazioni nutrizionali (leggi il nostro articolo a riguardo: QUI)
  • Specifiche e particolarità riguardo il consumo o la conservazione del prodotto. 

Su questo fronte, il merchant (produttore dell’alimento o anche semplice distributore) è chiamato anzitutto a verificare la presenza di un’etichetta che riporti tutti i dati alimentari che la legge prescrive per quello specifico prodotto al pari di una vendita diretta del prodotto alimentare.

Ulteriori adempimenti sono invece previsti per coloro che tramite il canale online vendano prodotti alimentari freschi, distinguendo in prima battuta tra quelli “deperibili” o a breve conservazione, e quelli “non deperibili” ovvero a lunga scadenza. Una volta identificati i cibi freschi, dunque deperibili, occorre individuare un partner in grado di garantire la “catena del fresco” durante la spedizione, ovvero un servizio in grado di garantire ai prodotti la conservazione della loro temperatura e senza alcun tipo di sbalzo. 

Il Dipartimento dell’Ispettorato Centrale della tutela della Qualità e Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari –ICQRF – è uno dei maggiori organismi europei di controllo dell’agroalimentare, preposto alla verifica della corretta  e trasparente informazione ai consumatori e a contrastare i fenomeni di sleale concorrenza nell’esercizio dell’attività di commercio via internet di prodotti agroalimentari, nonché alla verifica di quanto previsto dalla normativa vigente in materia di etichettatura di prodotti alimentari commercializzati mediante la vendita a distanza.

Le irregolarità costituiscono violazione al Reg. (UE) n. 1169/11 del Parlamento Europeo del Consiglio del 25/10/2011 e sanzionati dal D.L.vo 231/17.

Food Consulting supporta le aziende produttrici e distributrici che intendono intraprendere una vendita on line dei loro prodotti alimentari nel rispetto delle normative vigenti.

Se sei interessato alla vendita on line dei tuoi prodotti alimentari contattaci senza impegno.

Questo sito utilizza cookies. L'uso del sito costituisce accettazione implicita dell'uso dei cookies.