Food Consulting è una società di consulenza specializzata nella sicurezza alimentare e sicurezza sul lavoro in OUTSOURCING.

Contatti

Novità
requisiti certificazioni halal

In un mercato sempre più globale gli scambi commerciali, specie tra paesi e nazioni molto differenti tra loro, diventano un elemento critico per le tutte le imprese. Infatti, a fianco alle classiche barriere di tipo commerciale e differenti legislazioni in materia sanitaria vi è sempre di più la necessità di adeguarsi alle differenze di carattere religioso e culturale dei vari paesi.

Tali considerazioni diventano ancora più evidenti nei paesi di stampo islamico, dove la religione spesso caratterizza e contraddistingue il comportamento dei consumatori. Da qui nasce l’importanza della certificazione Halal. 

La certificazione HALAL è una attestazione volontaria di liceità secondo le prescrizioni alimentari islamiche derivanti dal Corano e dalla Sunna ed è applicabile a tutti i processi e prodotti alimentari che possano essere contaminati o contaminabili.

Si tratta di una certificazione di qualità, di filiera e di prodotto che comprendono :

  • Sistemi di controllo della qualità
  • le fasi di approvvigionamento delle materie prime
  • le fasi ed i processi di trasformazione
  • logistica interna e di stoccaggio
  • il trasporto interno ed esterno compresa la destinazione finale.

Halal: cos’è?

Halal è un termine arabo che significa lecito, nella sua accezione più generale può essere inteso come tutto ciò che è permesso secondo l’Islam. Infatti, la certificazione halal ha lo scopo di garantire, presso i consumatori finali, la leicità nella composizione e produzione alla dottrina dell’Islam, ovvero:

La certificazione halal serve ad attestare che i prodotti delle filiere agroalimentari siano :

  • Conformi alle norme etiche ed igienico sanitarie
  • Conformi della legge e della dottrina dell’Islam
  • Vendibili in tutti i Paesi di religione islamica.

Nel concreto, le principali violazioni a tale dottrina sono in genere riferibili agli ingredienti contenuti nei prodotti o alla loro possibile contaminazione con gli stessi durante il ciclo produttivo. Ad essere considerati Haram (proibito), termine contrapposto ad Halal nel mondo arabo, sono tutti i prodotti contenenti carne di maiale o derivati, alimenti di origine animale che non siano stati macellati secondo il rito islamico, alcool o sostanze assimilabili ad esso. 

Inoltre, la certificazione Halal  è richiesta anche per una serie di prodotti non prettamente alimentari, andando ad attestare la conformità dei cosmetici, dei prodotti chimici e farmaceutici, dei prodotti per la cura del corpo e della salute, del settore finanziario e assicurativo, i processi industriali e di trasformazione. 

Ma ci sono requisiti da rispettare per ottenere la certificazione?

I 4 requisiti della certificazione Halal

La risposta è sì, per poter ottenere la certificazione Halal ci sono 4 requisiti da rispettare:
Purezza: i prodotti e le sostanze certificate Halal non devono venire a contatto con sostanze impure, per evitare contaminazioni. Per evitare il contatto è necessario separare le linee produttive: strumenti, utensili, macchinari e linee produttive usate per alimenti non conformi. 

  • Tracciabilità: l’identificazione dei prodotti, delle materie prime, degli ingredienti e dei semilavorati in azienda deve essere adeguata. La tracciabilità delle produzioni “Halal” deve essere garantita in azienda e fuori azienda.
  • Qualità: nel sistema qualità aziendale devono essere inserite procedure interne relative alla certificazione e alla produzione Halal
  • Formazione: essenziale per poter offrire un il miglior servizio possibile, la formazione deve essere rivolta periodicamente a tutto il personale direttamente interessato.

Certificazione Halal e Kosher

Nel mondo le comunità islamica ed ebraica, oltre ad identificare due importanti gruppi religiosi, rappresentano dei veri e propri gruppi di consumo che richiedono prodotti specifici con regolamentazioni precise: Kosher per la religione ebraica, Halal per quella musulmana.

Perché Il cibo possa essere considerato Halal, quindi ottenere il certificato Halal, non deve essere una sostanza proibita e la carne deve essere stata macellata secondo le linee guida tradizionali indicate nella Sunna – gli animali devono essere coscienti al momento dell’uccisione.

Prodotti Halal

La certificazione Halal garantisce a fedeli di religione musulmana la conformità di un prodotto alimentare ai precetti religiosi. 
Un prodotto Certificato Halal rispetta i dettami religiosi e può essere consumato dal fedele osservante senza che questi corra alcun rischio di commettere peccato.
La disciplina alimentare è infatti un pilastro della religione musulmana ed è anche nel rispetto di queste regole che il fedele conferma la scelta religiosa compiuta.
La certificazione assicura le complesse regole religiose attraverso l’applicazione di standard specifici. Dunque ottenere la certificazione Halal diventa particolarmente imporante non solo negli scambi internazionali con i paesi di credo islamico, ma anche nel mercato domestico, in quanto permette di essere presenti sul mercato in facilmente riconoscibile, differenziabile e appetibile per un pubblico molto grande e con esigenze particolari. 

Regolamentazione nell'Unione europea

Il Regolamento europeo, che impone una maggiore attenzione al benessere degli animali, conferma il diritto degli Stati membri di consentire una deroga all’obbligo dello stordimento preventivo l’abbattimento.
Sebbene in Europa il tema della certificazione Halal sia principalmente legato al cibo, nella religione musulmana ogni bene e servizio è suscettibile alla valutazione di conformità.

La certificazione Halal

Per poter definire un prodotto “Halal” è necessario ottenere l’apposita certificazione.
Food Consulting collabora con WHAD – World Halal Development – ente italiano di certificazione HALAL. WHAD e Food Consulting guidano le aziende nel processo di certificazione HALAL, con una consulenza che ti assiste nella:

  • Creazione o modifica del prodotto/ingrediente al processo di certificazione
  • Formazione del personale addetto alle linee di produzione HALAL
  • Formazione dei responsabili dell’ufficio export
  • Consulenza per la creazione di canali di distribuzione in 22 Paesi di fede islamica e nei mercati europei.

Scopri la nostra certificazione!

Questo sito utilizza cookies. L'uso del sito costituisce accettazione implicita dell'uso dei cookies.