Sicurezza sul Lavoro

L’Area Sicurezza sul Lavoro dello Studio Food Consulting, si pone come obiettivo quello di mettere a disposizione delle aziende la propria professionalità nei settori della sicurezza e salute sul lavoro, impiegando professionisti con una consolidata esperienza negli specifici argomenti.
L'attività svolta consiste nell'analisi nella progettazione e nella realizzazione su misura di sistemi di prevenzione e gestione dei rischi presenti nei luoghi di lavoro.
L’Area Sicurezza, con la sua organizzazione, il lavoro d'equipe, la qualità e la specifica professionalità dei suoi tecnici, è in grado di gestire con rapidità i continui cambiamenti delle tecnologie, delle normative e dei bisogni aziendali, fornendo quindi un servizio completo di assistenza e consulenza al cliente.

Le discipline trattate nell’ambito della sicurezza e salute sono:

  •  Gestione della salute e sicurezza aziendale
  •  Medicina del lavoro e preventiva
  •  Formazione
  •  Gestione delle emergenze e piano di emergenza

 

Lo studio Food Consulting fornisce assistenza per l’organizzazione del Servizio di Prevenzione e Protezione Aziendale.
Il servizio comprende l’analisi dell’elemento di rischio in essere e/o potenziale presente sul luogo di lavoro, attraverso rilevazioni condotte direttamente da personale qualificato che affiancano poi l’azienda cliente nella predisposizione delle procedure volte a eliminare o ridurre tali rischi.
La collaborazione congiunta di figure legali, consente allo Studio Food Consulting di intervenire in ciascuna area valutando non solo il profilo tecnico, ma anche gli aspetti legati alla responsabilità diretta in merito agli aspetti giuslavoristi, penali, amministrativi e civilistici di ciascun intervento.
Lo Studio offre anche la possibilità di instaurare un sistema SGSL secondo le normative OHSAS 18001, affiancando l’azienda che voglia certificarsi.
Studio Food Consulting fornisce un’assistenza tempestiva e puntuale in caso di ispezione presso l’azienda cliente, mettendo a disposizione immediatamente professionisti specializzati.
L’attività svolta dal Settore Sicurezza offre anche un’analisi globale del rischio correlato tenendo conto dei diversi aspetti di politica aziendale e sostenendo l’azienda cliente nel pianificare e attuare gli opportuni interventi di miglioramento organizzativo che si dimostrino non solo efficaci ma anche realmente percorribili.

Il nostro servizio prevede:
  •  Studio e predisposizione del Documento di Valutazione dei Rischi (D.V.R.)
  •  Studio e predisposizione del Documento Unico Valutazione Rischio Interferenze (D.U.V.R.I.)
  •  Studio e valutazione dei rischi specifici:
    •  Valutazione rischi rumore e vibrazioni
    •  Valutazione rischio chimico
    •  Valutazione rischio Stress Lavoro-correlato
    •  Valutazione rischio MMC (Movimentazione Manuale dei Carichi)
    •  Valutazione rischio Sollevamento e Trasporto
    •  Valutazione rischio Spinta e traino
    •  Valutazione rischio valutazione del rischio da movimenti ripetitivi (Metodo OCRA)
    •  Valutazione rischio elettrico
    •  Valutazione rischio lavoratrici gestanti e puerpere, lavoratori minorenni
  •  Verifica della documentazione aziendale in materia di sicurezza
  •  Gestione dei rapporti con ASL e VVFF;

 

DVR

Il DVR (Documento Valutazione Rischi) secondo l'Art. 17 del D.lgs. 81/08 è il documento che la normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs.81/08) ha imposto a tutte le aziende come mezzo per garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro e dimostrare agli organi di controllo l'avvenuta Valutazione dei Rischi per tutelare la salute dei lavoratori.
La redazione del DVR (documento valutazione dei rischi) è obbligatoria per praticamente ogni organizzazione nel caso in cui:

  •  abbia dipendenti, collaboratori, lavoratori a progetto o prestazione
  •  i soci titolari siano parte attività dell’attività esercitando essi stessi la professione
  •  in caso di ufficio unico con professionisti associate
  •  in caso di appalto di contratti per ditte per somministrazione di beni o servizi (DUVRI)

 

Valutazione rischio Stress Lavoro-correlato

Secondo l’Accordo Europeo sullo stress lavoro correlato del 2004, lo stress è "una condizione che può essere accompagnata da disturbi o disfunzioni di natura fisica, psicologica o sociale ed è conseguenza del fatto che taluni individui non si sentono in grado di corrispondere alle richieste o alle aspettative riposte in loro".  Lo stress lavoro-correlato pertanto può interessare potenzialmente ogni luogo di lavoro e ogni lavoratore in quanto causato da aspetti diversi strettamente connessi con l’organizzazione e l’ambiente di lavoro.

In Italia, il vigente quadro normativo, costituito dal d.lgs. 81/2008 e s.m.i., obbliga i datori di lavoro a valutare e gestire il rischio stress lavoro-correlato al pari di tutti gli altri rischi, in recepimento dei contenuti dell’Accordo europeo. A tal proposito nel novembre del 2010 la Commissione consultiva permanente per la salute e la sicurezza sul lavoro ha elaborato le indicazioni necessarie alla valutazione del rischio stress lavoro-correlato individuando un percorso metodologico che rappresenta il livello minimo di attuazione dell’obbligo.

L’obiettivo principale della valutazione del rischio stress lavoro-correlato concerne l’identificazione di eventuali criticità relative a quei fattori di Contenuto del lavoro (carico di lavoro, orario, pianificazione dei compiti, ecc.) e Contesto del lavoro (ruolo, autonomia decisionale, rapporti interpersonali, ecc.) presenti in ogni tipologia di azienda e organizzazione. Successivamente, partendo dall’analisi dettagliata delle criticità emerse, si prosegue implementando un’adeguata gestione del rischio, che consente di migliorare le condizioni di lavoro e dei livelli di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, impattando positivamente sulla competitività delle aziende e sulla qualità dei prodotti e dei servizi erogati.

 

DUVRI

Il D.lgs. 81/08 prevede la redazione del DUVRI da parte dell’azienda committente in caso di presenza contemporanea e nello stesso ambiente di lavoro di lavoratori di ditte diverse. La predisposizione di tale documento, ai sensi dell’art. 26 D.lgs. 81/08 e s.m. e i. è utile a promuovere la cooperazione e il coordinamento con imprese terze o lavoratori autonomi, operanti presso il sito del datore di lavoro committente, per affidamento di lavori, servizi e forniture.

 

PEE

Lo studio Food Consulting è in grado di studiare e predisporre il Piano di Emergenza: uno strumento operativo che deve essere redatto in aziende con un numero di lavoratori superiore a 10 o soggette a rilascio del Certificato Prevenzione Incendi (CPI) da parte dei Vigili del Fuoco, mediante il quale vengono studiate e pianificate le operazioni da compiere per una corretta gestione degli incidenti, siano essi incendi, infortuni, fughe di gas, fuoriuscite di sostanze pericolose o qualsiasi altro evento calamitoso che determina la necessità di abbandonare la struttura (es. terremoti, inondazioni ecc..), al fine di consentire un esodo ordinato e sicuro a tutti gli occupanti di un edificio.

Il piano di Emergenza tende a perseguire i seguenti obbiettivi:

  •  prevenire o limitare pericoli alle persone;
  •  coordinare gli interventi del personale a tutti i livelli, in modo che siano ben definiti tutti i comportamenti e le azioni che ogni persona presente nell’Azienda deve mettere in atto per salvaguardare la propria incolumità e, se possibile, per limitare i danni ai beni e alla struttura dell’edificio;
  •  intervenire, dove necessario, con un pronto soccorso sanitario;
  •  individuare tutte le emergenze che possano coinvolgere l’attività, la vita e la funzionalità dell’impianto;
  •  definire esattamente i compiti da assegnare al personale che opera all’interno dell’Azienda, durante la fase emergenza.
  •  Nella formulazione del Piano si provvede, tra l’altro a predisporre le mappe dei vari piani con indicazione delle vie d'uscita, scale, ascensori, aree sicure, ubicazione apprestamenti e mezzi antincendio, e con l’indicazione di un’area esterna come punto di ritrovo in caso di evacuazione.

 

INCARICO DI RSPP

La normativa sulla salute e sicurezza dei luoghi di lavoro, art. 17 D.lgs. 81/2008 e s.m., pone in capo al datore di lavoro l’obbligo di designare il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP). L’incarico di responsabile del servizio di protezione e prevenzione può essere svolto:

  •  dal datore di lavoro stesso nel caso di aziende artigiane e industriali fino a trenta addetti previa frequenza di apposito corso di formazione
  •  da un incaricato dipendente dell’organizzazione previa frequenza dei corsi specifici per RSPP per il macrosettore ATECO di appartenenza
  •  da un esperto esterno all’organizzazione qualora le capacità all’interno dell’azienda siano insufficienti

L’Allegato II del D.lgs. 81/2008 e s.m. specifica le realtà aziendali in cui il datore di lavoro può assumere direttamente l’incarico di RSPP previa frequenza ai corsi di formazione previsti dalla normativa vigente; in tutte le altre tipologie di aziende non riportate in Allegato II vige, quindi, l’obbligo del datore di lavoro di nominare RSPP esterno a meno delle esclusioni indicate all’art. 31 del Testo Unico per le quali la normativa vigente prevede un Servizio di Prevenzione e Protezione interno all’azienda stessa.

Compiti dell’RSPP:

  •  individuare i fattori di rischio presenti nell’azienda, alla valutazione dei rischi e al l’individuazione delle misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro
  •  elaborare le misure preventive e protettive ed i relativi sistemi di controllo
  •  elaborare procedure di sicurezza per le attività aziendali
  •  proporre programmi di informazione e formazione dei lavoratori
  •  partecipare alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e alla riunione periodica
  •  fornire ai lavoratori informazioni in materia di sicurezza e salute negli ambienti di lavoro come previsto dall’art. 36 del D.lgs. 81/2008

 

Via Roma, 69 - 24020 Gorle (BG) | P.iva 03872100163
Tel: +39 035 302156 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Certificazioni & Partners